venerdì 8 gennaio 2010

OT: PER MILANESI

Milano è una città bruttarella con qualche angolo (sfuggito alla guerra ed alla cementificazione) non disgustoso. Culturalmente ha cessato di essere rilevante parecchio tempo addietro, ed oggigiorno le uniche kermesse degne i rilevanza internazionale sono relative alla moda. nulla per cui vantarsi, comunque. Le infrastrutture sono indietro di quindici anni e vantiamo un servizio di trasporti pubblico indegno di altri grandi città europee, il quale come effetto collaterale ha quello di rendere il traffico diurno ingestibile. È anche una città ben sporca. I prezzi delle case sono alle stelle malgrado la crisi del mattone, e questo principalmente perchè gli appartamenti di proprietà (e non) vengono mantenuti sfitti in modo da poter giocare con le valutazioni di mercato.
Ma peggio di tutto questo è la pretenziosità della città: i due incursori anali in croce che chiamiamo grattacieli (a parte il Pirellone, che è bello) ci fanno sentire molto ammèreghani, gli stilisti ci fanno sentire napoletani quel che ci basta per non odiarci e, infine, le due/tre pinacoteche ed i musei rimasti invariati da decenni c'illudono di poter far le scarpe a una Barcellona o una Berlino. E poco importa se nei fine settimana di bel tempo la città si svuoti perchè non c'è un cazzo da fare, poco importa se per uscire ormai ci siano solo tre enclavi dove poter sperar di spendere meno di otto milioni per bere e mangiare decorosamente, e ancor meno importante è il fatto che la scena culturale sia in alternativa a) decrepita, b) irrilevante o c) così underground da essere sconosciuta o comunque relegata nei ghetti dei centri sociali.

Noi siamo milanesi e pisciamo in testa al mondo, ché qui si lavora e poi sì, insomma, siamo la capitale morale d'Italia (cfr. Prosperini). E chi non è d'accordo fa parte dell'Italia che odia o comunque è un pericoloso fiancheggiatore morale di Tartaglia ed i suoi soci comunistidipietristi.

Ecco, appunto: domani alle 14, in piazza Cordusio, ci sarà un presidio/manifestazione per protestare contro la decisione di intitolare una via (ma qualsiasi cosa, eccetto un forse un carcere, perdio!) a Bettino Craxi. Io ci andrò, vuoi anche solo perchè manca giusto questo a Milano: una via dedicata ad un delinquente conclamato. Per rinfrescarvi la memoria: Mariuoli A Milano (la prima parte, le altre le trovate da soli)

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Eppure per me,abitante di Novara,Milano rappresenta la fuga da una città che non s'incula nessuno...
Ma è sempre così,chi abita nel paesino si lamenta del paesino,chi abita a New York si lamenta di New York...

CryNStay

reiser ha detto...

Vabeh senza offesa ma di Novara salvo il vialone principale che va dalla stazione a nonsodove e per il resto ciao. E poi avete la segnaletica stradale più folle del nordovest, una volta che entri in Novara poi son cazzi tuoi per uscirne
Toh Borgomanero o Romagnano sono peggio, d'accordo
Se fossi invece, che ne so, di Gubbio o Lucca e invidiassi Milano per me ci sarebbe qualcosa che non va
Scherzi a parte, è vero quello che dici tu, ma quello che a me irrita non è tanto l'arretratezza oggettiva milanese quanto l'arroganza espressa dai suoi rappresentanti nonché da buona parte dei cittadini, difatti non è un caso ed è peraltro giustissimo che stiamo sul cazzo a mezza penisola e che ci righino le macchine appena scendiamo al di sotto dell'Emilia

Comunque sia, Milano era molto più vivibile nel '95. I mezzi son peggiorati, i prezzi di TUTTO si sono alzati, il Sempione chiude alle 23 in estate, sui Navigli ormai ti fanno il culo a strisce appena osi spingerti più in là della solita e triste media chiara, Brera è off-limits per chi non è imparentato con Berlusconi, la piazza di Vetra è sparita e alle colonne dopo le 21 non si vive più, sulle FN ormai pittano in 4 gatti, nei centri sociali mettono musica che non mi piace e smazzano droghe strane, i concerti all'80% fanno stracacare o perchè chiamano minchioni o perchè sono organizzati da pirloni aummaumma, gli zarri hanno perso il loro orgoglio, i sancarlini si sono trasformati in street-spakkiusini...

Marty aka Martin McFly ha detto...

Piazza Vetra, il Bataclan, il d'n'b in Pergola, l'Y10 con il rap a palla in viale Monza (dove vivevano i miei nonni), il primo Leonka...the good old days...

Ora frequento poco, ma credo che la città sia pienamente allineata alla decadenza generale.


Firmato

Abraham Jebediah Simpson

Anonimo ha detto...

Borgomanero è 10 volte più bella di Novara!!! detto tutto...

Anonimo ha detto...

Milano è provinciale

riccardo ha detto...

l'Italia è provinciale

reiser ha detto...

Il Batclan! Madùùù... ricordo la serata in onore a Tupac e quando metytevano Still Shinin' come pezzo ballabile... Per carità, sempre fatto due palle così perchè non son mai stato tipo da discoteche, però....

Borgo fa cacare, chiunque dotato di un minimo di senso comune abbandona lo Svizzero appena può a va al Cantuccio

Anonimo ha detto...

ma com è bello stare quà in mezzo a tanta civiltà. io sono seriamente preoccupato per il futuro di questo paese.

ck

Anonimo ha detto...

"hanno la faccia come il culo.." ".. e il loro e' un trucco vecchio
all'occhio quando sparano nel mucchio"..yo!

speriamo che non innalzino mai questo scempio di via.
bella reiser, nico

MAK ha detto...

Bella Nico, giuro che mi è venuta in mente la stessa barra quando ho letto l'immagine titolo (che non a caso si chiama "giassai.jpg") eheh.

gli zarri hanno perso il loro orgoglio, i sancarlini si sono trasformati in street-spakkiusini...

Quanto è vero. Dov'è finito lo stereotipo del vecchio tauro di quartiere? Un tempo c'erano i thugs 4 real ora sò tutti mezzi fighetti.
I fattorini-street con i grammi in tasca e il pitbull sono figli di papà 9 volte su 10.

Vabbè, se non altro a Milano qualcosa da fare la sera si trova, ma a Parma dopo le 10 di sera è come essere a Silent Hill. Il Night Business qui è ristretto a una cerchia di elementi che propongono lo standard al cubo.

Anonimo ha detto...

LOL @ prosperini

djmp45

MF Ema ha detto...

Roma in quanto a burdello cittadino penso sia ai livelli di milano, dico penso perchè sono stato a milano solo una volta nella mia vita.

Anonimo ha detto...

scusatese vinco la gara per la città più brutta ma-ehm-Lamezia Terme!
Le parole maggiormente correlate sono:aereoporto,abusivismo,mafia...

Royalceca

Anonimo ha detto...

se penso che a berlino suonavano la stessa sera i motorpsycho e pete doherty...
muz

Anonimo ha detto...

se penso che a berlino suonavano la stessa sera i motorpsycho e pete doherty...
^^^bel gruppo di tossici..se a pete doherty gli viene un overdose e muore fa un piacere alla societa'..

reiser ha detto...

Ah parentesi, non so chi sia poi passato, ma dei tanti sfigatoni con le bandiere (uno di Rifondazione continuava ad agitare 'sto straccio zuppo d'acqua sulle nostre teste, ci vediamo all'inferno BITCH) a me piace ricordare un fenomeno di 60 anni circa, scongelato da un frigo di via Gradoli, che agitava un bandierone con la fazza di Mao legato su na canna da pesca

Ha persino fatto passare in secondo piano la gobba nana che cercava di vendere IL BOLSCEVICO

Problem ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ho rischiato un paio di volte di essere centrato in pieno dalla canna, il vecchio (i 60 penso li avesse superati da almeno un decennio) ha vinto.

Forse la scusa può essere il tempo infame ma c'era troppa poca gente e soprattutto troppi pochi giovani.

Steve

reiser ha detto...

Ma difatti, c'è Ricca che si esalta e parla di un migliaio di cristiani... magari si son dati il cambio -io alle 16:30, dopo l'ennesimo blogger mi son levato dal cazzo- ma così a naso più di 300 persone a volte non c'erano

Pensavo peggio però, tra il tempo infame, la pubblicità inesistente e le tendenze politiche dei milanesi alla fine non è stato nemmeno così una sòla.

C'era pure Facci, sembra, che s'è dileguato in tempo zero appena è stato riconosciuto

Anonimo ha detto...

Mille persone solo Ricca le ha viste, probabilmente ha contato pure coloro affaccendati nei saldi. Io verso le 16 ho abbandonato, quindi non so se Grillo ha magicamente quadruplicato la folla.
Chiaramente, più che sentire i vari blogger ripetere all'infinito lo stesso concetto era importante essere presenti e visti i presupposti forse è andata meno peggio del previsto.

Steve

peoplecallmeriver ha detto...

grazie della dritta
ti leggo tardi però
serissimo

basta dire che a breve quel porco di minoli (ex socialista, a quei tempi lì) ti pompa la versione rivista e corretta su craxi via mediaraidueset, e se hai notato nel trailer c'è anche un berlusca che piange al funerale

sono disgustato

sono giorni veramente tristissimi