giovedì 22 ottobre 2009

CORMEGA - THE TESTAMENT (Legal Hustle, 2005)

Come qualsiasi aficionado del rap degli anni '90 sa, la decade in questione è stata caratterizzata non solo dalla definitiva emersione commerciale dell'hip hop, ma anche da alcune delle pratiche più becere per cui le case discografiche sono tristemente note, in primis il cosiddetto "shelving": in pratica si tratta di mettere sotto contratto un artista, farlo lavorare fino a quando ha in mano un prodotto più o meno finito e pronto per la distribuzione, salvo poi gettare lui ed il suo album nel limbo dei dischi annunciati e mai più pubblicati senza particolari motivi. Tra le tante major che in quegli anni si cimentarono in questo comportamento ai limiti della criminalità, la Def Jam si contraddistinse in particolar modo per la sua incompetenza e la sua cecità, bloccando prima l'esordio di Trigger Tha Gambler (ad oggi reperibile solo via internet) e poi l'altrettanto atteso debutto di Cormega. I motivi per compiere una simile azione mi sono completamente sconosciuti e spero perciò che qualche insider che dovesse passare da queste parti riesca ad illuminarmi, perchè anche con il famoso senno di poi posso tranquillamente affermare che i suddetti due dischi avrebbero soddisfatto le aspettative dell'epoca al di là di ogni ragionevole dubbio. Cosa ancor più grave, ricordo che per ambedue i prodotti erano stati spesi fior di dollari in pubblicità ed in promo di vario genere, per cui le ragioni che possono aver portato ad una reclusione dei relativi master mi risultano ancor più ineffabili, portandomi di conseguenza a pensare ad un abuso di droghe pesanti negli uffici della Def Jam se non peggio.
Ora, la fortuna di restare un fan del rap anche nel 2009 consiste tra le altre cose nel poter approfittare di ristampe e raccolte curate in genere da estimatori del genere oppure da etichette discografiche dotate di un pochino di sale in zucca, ma è raro se non impossibile vedere lo stesso artista-vittima muoversi per dare ai suoi fan la possibilità di entrare in possesso di un'opera a cui egli stesso probabilmente non è nemmeno tanto interessato. Bene: dite "buongiorno" a Cormega. Nel 2005 egli è riuscito a riacquistare i master di Testament dalla Def Jam e, dopo averli risistemati e un po' "aggiornati" in termini di mixaggio masterizzazione, a raccoglierli in quello che sarebbe dovuto essere il suo album d'esordio nel '99.
Inutile dire che, da fan sfegatato di 'Mega quale sono, come ho saputo della sua uscita, mi sono fiondato a comprare l'originale; fino a quel momento avevo sempre più o meno snobbato le versioni che giravano su internet, e dunque alla fin della fiera di suo materiale originale ed "autorizzato" avevo solamente Testament (pubblicata sul disco bonus allegato a It's Dark And Hell is Hot di DMX) ed il singolo Killaz Theme b/w Angel Dust. Inutile quindi dire che, quando ho inserito il CD nel lettore, come sono partite le prime note di Dead Man Walking e Montana Diary ho avuto un'erezione retroattiva che mi ha portato a riavere 17 anni; roba che a momenti mi mettevo a farmi una cassettina da mettere nel mio vecchio glorioso walkman (l'ho ritrovato! So che non ve ne frega un cazzo, ma è LUI!) per andare a scuola. Insomma, com'è ovvio l'effetto nostalgia è inevitabile, e pertanto ho deciso che, avendo buona memoria, recensirò quest'album con i criteri corretamente contestualizzati e non -come ho purtroppo visto fare- con quelli del 2005.
I beat, prodotti perlopiù da Nashiem Myrick e con singoli contributi di Sha Money XL, RNS (quello del GP Wu e Shyheim), Hot Day, Havoc e altri, rientrano pienamente nelle atmosfere del Queensbridge come precedentemente dettate da Hell On Earth. Ci sono tuttavia alcune differenze, prima fra tutte una maggiore epicità del tutto: i campioni hanno spesso un piglio orchestrale, e quindi -tanto per fare un esempio abbastanza emblematico- è più facile incappare in loop di intere sezioni d'archi che non di singoli violini. Come seconda cosa, il suono è più corposo, da un lato, e più pulito dall'altro: questo è dato probabilmente da una revisione del mixaggio, ma già quando uscii Testament si poteva notare una certa differenza tra i lavori di Cormega e quelli, ad esempio, dei Mobb Deep o di Capone 'N' Noreaga. La terza differenza è, infine, quasi una conseguenza delle precedenti: in termini relativi, si può dire che quest'album rappresenti una sorta di apertura al resto di New York, tanto più che vi sono purtroppo alcune concessioni (come i ritornelli cantati) che fino ad allora erano stati del tutto assenti -o quasi- nei lavori provenienti dal QB.
Ma su quest'aspetto ritornerò più avanti; intanto penso che sia impossibile non restare ancor'oggi affascinati dalla title track, prodotta dallo stesso Dave Atkinson di Affirmative Action, che mescola molto bene tutta una gamma di suoni che vanno dall'organo all'arpa, passando per un bel sample vocale che viene fatto entrare nel ritornello; lo stesso dicasi per Dead Man Walking e Montana Diary, con la prima più essenziale nel suo sinistro loop di piano e la seconda invece nuovamente orientata in direzione orchestral-peschereccia. Havoc, dal canto suo, si fa notare per la valida Angel Dust e soprattutto per l'ormai celebre Killaz Theme, che non avrebbe sfigurato (anzi!) se inserita in Murda Muzik a fianco di una Quiet Storm. Ottima, nella sua semplicità, pure '62 Pick Up (autoprodotta) e Love Is Love, grazie al riutilizzo dello stesso sample degli Ohio Players già sentito in B.I.B.L.E. di Killah Priest.
Purtroppo, come dicevo, moltissimi beat (e strofe) validi vengono massacrati da incursioni cantate tipiche del pessimo gusto di quegli anni: Love Is Love, Every Hood e Coco Butter presentano degli idioti che si sgolano senza un apparente motivo che non sia quello di rendere pacchiano il tutto. Ed è per esempio in questi casi dove si nota una certa immaturità artistica di 'Mega, che qui non solo talvolta scrive in maniera del tutto impersonale (Coco Butter non presenta molto di suo, è generica), ma soprattutto usa espedienti di bassa levatura per imprimere una direzione al pezzo (vedi i cantati o l'occasionale scarrellamento d'arma da fuoco, come a dire "ehi, questo pezzo fa brutto, capito?").
Tuttavia, i segni del suo talento sono complessivamente evidenti in più d'una occasione: sia come MC puro e semplice (Testament, Killaz Theme, Angel Dust), sia come storyteller fuori dal comune ('62 Pick Up, Dead Man Walking, Montana Diary) che, infine, come scrittore puro semplice: la sua one Love, una sorta di risposta all'omonima canzone di Nas, non raggiunge i livelli dell'originale ma ne risulta una degnissima controparte e riesce ad anticipare una certa sensibilità e maturità che si sarebbero poi viste negli album successivi. E a questo punto certe mancanze tecniche -principalmente enfasi e controllo del respiro- passano in secondo piano; si può quindi dire che già nel '98 'Mega fosse un artista da tenere d'occhio.
In conclusione, quindi, se da un lato Testament non può essere paragonato a pietre miliari come Infamous o Illmatic, e nemmeno a debutti eccellenti come War Report, dall'altro l'esito è di una bontà tale che non si capisce francamente perchè mai questo disco non abbia visto la luce del giorno nei tempi previsti. Ora, se io dovessi consigliarvi un album di Cormega questo non sarebbe certamente il primo della lista, dato che oramai è possibile avere un MC unico e completo mentre qui, volendo, è un po' generico rispetto agli standard attuali. Se però cercate un qualcosa capace di riportarvi ai fasti del Queensbridge ed in particolar modo del suo particolare sound, allora direi che questo esordio merita senz'altro un ascolto; quattro zainetti vintage, allora, non si discute.





Cormega - The Testament
Bonus: Enhanced CD Video

33 commenti:

Antonio ha detto...

Le informazioni a mia disposizione dicono che la Def Jam si ruppe le palle di aspettare la consegna finale dei master, fra indecisioni di 'Mega e gite in galera (tentata rapina), e lo mandò a cagare.
Se questa versione (che per altro è pure quella di Nas) fosse vera, si tratterebbe di un clamoroso autogol di Mega Montana.
Il cui esordio, ricordiamolo perche' da quello che hai scritto non si capisce, era 1000 volte più atteso di quello di Trigger.

reiser ha detto...

Nooo ma va', scherzi? E' che a te stanno sui coglioni quei due
Trigger era ultra-atteso, almeno quanto Cormega, non bestemmiamo

La storia della Def Jam mi puzza un po', ma non avendo sentito altre versioni, perchè no?

Antonio ha detto...

Dai, Cormega veniva da Affermative Action, ed era The Firm, e si parlava già della coproduzione Trackmasters-Dr. Dre. Roba da leccarsi i baffi, o da fallire miseramente.
Trigger era figlio del (casuale) successo di Smooth.
Casuale non perche' immeritato ma perche' non aveva grossi sponsor, a parte Funk Flex che lo aveva adottato, non si sa perche' (sempre rispetto alle politiche discografiche e non al valore).
Per cui le aspettative erano diverse, dai.
Poi in Italia sono tutti fissati con Nexx Level e ok.

P.S.: non mi stanno sui coglioni (DR Period sì), solo che erano due frilli. Discreti rappando e nulla più. Ma poi magari io ho i miei feticci con rappers anche più scarsi di loro, guarda, quindi va benissimo.

Anonimo ha detto...

Trigga & Smoothe non si toccano...scusa reiser ma st'antonio non e' lo stesso che ha un blog chiamato "i fan di princess superstar"?

RoyaleCeca a.k.a. RealityCheck

Anonimo ha detto...

Si quello che ha sul blog bad baby sitter...
Ps:l'esordio di trigga era straatteso e trigga vale almeno 2 cormega...ma xke' sti scazzi con rapper che manco conosci?scusa trigga ti ha mai dissato?boh...quando la gente si mette i paraocchi e i paraorecchie dice di tutto...trigga scarso ma come si fa...

Anonimo ha detto...

Si quello che ha sul blog bad baby sitter...
Ps:l'esordio di trigga era straatteso e trigga vale almeno 2 cormega...ma xke' sti scazzi con rapper che manco conosci?scusa trigga ti ha mai dissato?boh...quando la gente si mette i paraocchi e i paraorecchie dice di tutto...trigga scarso ma come si fa...

Anonimo ha detto...

Scusate non ho firmato
RARASHIXXX

Antonio ha detto...

RARASHIXXX, ma sai leggere?
Una volta scrissi che Bad Babysitter mi pigliava bene e da allora ogni coglione al microfono viene messo a confronto con Princess Supastar.
Scrivo che Trigga è un discreto rapper e basta e leggi che ho scritto che è scarso...
OK, se sei uno che crede che i Group Home siano due rapper allora Trigga è il GOAT e la chiudiamo qui. Ma se ti togli il paraocchi (tu, non io) e per un attimo pensi che non tutto quello che è uscito nel 1994-95 è oro, e fai il confronto con chi effettivamente è un rapper non monodimensionale, allora rifletti. E magari fammi un fischio quando lo hai fatto.
Io intanto vado ad ascoltarmi Hustler's Theme, che secondo i tuoi criteri sarà una delle migliori canzoni mai scritte.
E poi mi spieghi Trigga che vale due Cormega... come rapper o come scelta di beat? No, perche' in entrambi i casi è una delle bestemmie piu' grosse sentite ultimamente.

Antonio ha detto...

P.S.: Ma io ti ho mai dissato? E allora perche' cazzo non sono padrone di esprimere le mie opinioni, anche se cozzano col tuo credo religioso?

One

Anonimo ha detto...

Vi state martellando per niente.
Non esiste un disco più atteso di un'altro.
Semplicemente alcuni ne attendono uno,altri un'altro.EH!

CryNStay

Reiser grazie per aver risposto per il cd di Honda,tenterò l'acquisto.

MAK ha detto...

Atteso o non atteso, a me è piaciuto di più Life's A 50/50 Gamble. Sì, sono terribilmente groupie della prima Nexx Level Click e a conti fatti questo è l'unreleased che più rimpiango. Ricordo pure i problemi di Ras Kass con l'uscita di Van Gogh e 24K di Cuban Link, che sarebbe dovuto uscire poco tempo dopo, non un classico ma qualche pestone (Toe To Toe e M.O.B. per dire) lo conteneva.

Paul ha detto...

Da non dimenticare, nella valanga di vaporware dei tempi, quel fatidico album di Humanreck (ma è davvero Rockwilder o no?) per il quale facevano pubblicità nella Source per due anni di fila...

Antonio ha detto...

^^
quello è uscito. E non era Rockwilder. Era un affiliato della Def Squad, senza infamia e senza lode.
Se cerchi online lo trovi.

Anonimo ha detto...

Premettendo che crynstay ha ragione al 100percento dico 2 cose e mi levo dalle palle

il mio tono era volutamente provocatorio proprio xke' mi diverto nel farti sbraitare e del resto uso la tua stessa medicina visto che ogni tuo intervento e' sempre provocatorio.in questo caso stuzzicArti e'stato pure utile xke' almeno hai dato una motivazione(seppur flebile)alla tua convinzione

ci tengo a far notare che ogni volta ke dici una minkiata(tipo ke ditc di buckwild faceva schifo)ti difendi dando sempre del nerd novantaquattrofilo al povero malcapitato...ma guarda ke io nell ascoltare hip hop sono
molto aperto e certe fissazioni non le ho mai avute e forse x questo non capisco le tue(tipo una forma di puro bastiancontrarismo?)...cmq almeno x me chiuso il discorso

Ps hustler's theme non e'neppure fra le mie canzoni preferite ma anche se ci fosse sarebbe sicuramente meno denigrante di avere in playlist bad babysitter
Ps2(e poi basta)DR period e' un ottimo produttore e ti sfido a controbattere

RARASHixxx

Antonio ha detto...

il mio tono era volutamente provocatorio proprio xke' mi diverto nel farti sbraitare e del resto uso la tua stessa medicina visto che ogni tuo intervento e' sempre provocatorio.
A parte che forse non ti è chiaro il concetto che io posso dire quello che voglio, di solito esprimo le mie opinioni sul mio blog, cioè a casa mia. E quando non lo faccio, mi pare che i miei modi siano ben diversi dai tuoi. Ho mai scritto qualcosa per essere provocatorio nei tuoi confronti? Non mi risulta. Con Reiser mi posso pure beccare perche' ha sempre dimostrato intelligenza. Tu non so neanche chi sei. Di te so solo che scrivi xke' invece di perche' (e da ciò capisco già molto).
Ah, ho sbraitato per i tuoi modi. Rileggiti.

almeno hai dato una motivazione(seppur flebile)alla tua convinzione
A parte che non ho dato nessuna motivazione, ma chi ti credi? Devo giustificare a te il fatto che Testament fosse un album inedito di status leggendario e che il disco di Trigger era molto meno atteso?

ci tengo a far notare che ogni volta ke dici una minkiata(tipo ke ditc di buckwild faceva schifo)ti difendi dando sempre del nerd novantaquattrofilo al povero malcapitato...
A parte che le minchiate (non minkiate, impara a scrivere) le dirai tu, ancora una volta pecchi di comprensione. Non ho mai scritto che Buckwild mi fa schifo (e sarei pure padronissimo di farlo), ho scritto che un determinato album conteneva pezzi di secondo piano e non era un caso che fossero rimasti (semi)inediti. Sei stupido o non sai leggere?

ma guarda ke io nell ascoltare hip hop sono molto aperto e certe fissazioni non le ho mai avute
Di quello che ascolti tu, francamente, non me ne sbatte una mazza. Se sei così aperto, dimostralo, perche' finora ogni tuo intervento fa cadere le braccia.
Detto questo, ma che cazzo te ne frega a te se io fossi bastiancontrario?

Ps hustler's theme non e'neppure fra le mie canzoni preferite ma anche se ci fosse sarebbe sicuramente meno denigrante di avere in playlist bad babysitter
Tu dici? E in base a quale ragionamento? Che l'album di Smoothe è per forza bello? Ma smetto qui, se no chissà cosa capite tu e RoyaleCeca...

Ps2(e poi basta)DR period e' un ottimo produttore e ti sfido a controbattere
DR Period è il piu' grande di tutti i tempi, e quando morirà i suoi capolavori saranno risuonati per sempre, a imperitura memoria della sua grandezza.

Ora un P.S. te lo faccio io. Ti incazzi per il discorso del 1994-95, ma guarda caso ti sei sempre scandalizzato per DR Period, Smoothe e TRigger, gli inediti del 1995 di Buckwild e i Group Home. Non è che magari il discorso che hai fatto sulla tua mancanza di fissazioni andrebbe riconsiderato?

Anonimo ha detto...

Non ho detto ke dr period sia immortale ne ke a te fa schifo buckwild come vedi sei tu ke scrivi minKiate
Ps scrivo come voglio e attaccarti a queste minuzie ti fa fare un ulteriore figura di merda

RARASHIxxx

reiser ha detto...

"Il beef è il sale dell'hip hop"

Comunque Trigger che vale due Cormega anche no.
A parte la differenza tra la quantità di materiale che esiste tra i due, e a parte che le robe più recenti dei due fanno (ahimè) stracacare vuoi solo per i beat, per me Cormega è uno dei pochissimi che sanno coniugare la ghettusità più profondità a delle riflessioni mature ed oneste che possono giungere anche all'orecchie di un italiano senza grossi sforzi d'immaginazione. Trigger è un buzzicone, bravo con le parole, ma un buzzicone resta e va anche benissimo, ma se 'Mega è lo Spike Lee di Clockers lui è il Master P di Hot Boyz (che IMHO va visto)

reiser ha detto...

P.S. per "i due" intendo ovviamente Smoothe e Trigga

reiser ha detto...

Anzi, prima di uscire in pausa pranzo vi droppo quest'ultima gem: Trigger è un Mario Merola a caso, Cormega è il Tornatore de Il Camorrista

Torno verso le 14, gradirei qualche applauso per l'azzeccata analogia

Antonio ha detto...

Ps scrivo come voglio
Scrivi come vuoi, basta che tu sia consapevole che scrivi male.
E, parafrasando Moretti: chi scrive male, pensa male. Nel tuo caso è proprio vero.
P.S.: esiste una parola che si chiama ironia, la conosci?
P.P.S.: non mi attacco alle minuzie, tanto è vero che alle cose su cui ti ho ribattuto non hai risposto.

Comunque Trigger che vale due Cormega anche no.
E meno male! Se no veramente si ribalta ogni senso della realta'...

Anonimo ha detto...

Non ho risposto x porre fine a questa carnevalata forse tu non sai leggere o sei cretino x cui lo riscrivo x me discorso kiuso.

Rarashixxx

Antonio ha detto...

Non ho risposto x porre fine a questa carnevalata forse tu non sai leggere o sei cretino x cui lo riscrivo x me discorso kiuso.

Giovane dalla sintassi e punteggiatura traballanti, piano con le offese.
Hai fatto bene a non rispondere perche' le tue argomentazioni sono spesso inesistenti (e in questo caso in particolare lo sono). Passo e chiudo.

Anonimo ha detto...

Vecchio scienziato maledetto le mie convinzioni sono stracementate rivedi le tue piuttosto e non attacarti ai soliti argomenti.non rispondo x questioni di eleganza e lo stilnovo lo conservo x i manoscritti che lo richiedono,adios e ammetto che in fondo mi stai simpatico...

RARASHixxx

Antonio ha detto...

Vabbè, con quest'ultimo commento ti sei ripreso...
Le schermaglie le riserviamo al mio blog, che' qui stiamo solo occupando spazio.
Ciao

reiser ha detto...

Ennò cazzo, oggi mi tocca star qui fino alle 18:30!
Cosa vuol dire che finisce a tarllucci e vino alle 14:50!?!

Non c'è più religione

Antonio ha detto...

Reiser, io non sono più un giovanotto. Ho poche energie. Sul breve reggo, alla lunga mi viene il fiatone.
Un giorno ti raccontero' di maratone estenuanti via mail con una persona che dire che mi fa schifo e' poco (e che non la musica hip hop, fortunatamente, non c'entra nulla).

Anonimo ha detto...

Reiser tu ti devi fare furbo...recensisci uno di quei bei album con lite assicurata e promessa dall artista nel booklet ed io e antonio ci diamo dentro(no homo)

rarashixxx

Anonimo ha detto...

more beef , more beef , MORE BEEF!!!non potete finirla cosi'...

djmp45

MAK ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=90g6iElTyAE

Anonimo ha detto...

^^sicuramente chubb rock di beef ne sa qualcosa, specialmente roastbeef...
djmp45

reiser ha detto...

Io ti banno.

Antonio ha detto...

^^sicuramente chubb rock di beef ne sa qualcosa, specialmente roastbeef...
djmp45


Humour inglese?

Anonimo ha detto...

no, non e' humor inglese..e' un fatto noto a tutti....treat'em right infatti parlava delle bistecche

sempre in tema di panzoni obesi e rap beccatevi sta chicca:
http://eil.com/shop/moreinfo.asp?catalogid=96893

ok adesso potete bannarmi