giovedì 16 aprile 2009

MA CRISTO D'UN DIO: SULLA MUSICA ED ALTRO

Ennesima richiesta via mail: mettere in downoald Karma di Kaos. Allora, vedo di spiegarmi una volte per tutte. Io non metterò MAI in download nulla d'italiano perchè innanzitutto dovrei essere capace di recensirlo, e questo non lo so fare. Come secondo motivo c'è poi il fatto che questa gente -gli italiani- se gli va bene vendono un due/tre migliaia di copie; beh, sarà mica il caso di render loro ancora più difficile la vita, vi pare?
E poi, davvero, insisto sul fatto del comprare gli album dopo averli ascoltati. Io mi auguro, davvero mi auguro, che chi frequenta questa blog decida (nei limiti delle sue possibilità economiche) di spendere i suoi dindi in musica anziché in vestiti e ciarpame vario che trovano la propria fine sei mesi dopo esser uscita da una fabrichèta. A sedici anni ero un coglione per mille motivi e ancora adesso lo sono per altrettanti altri, ma almeno posso "vantarmi" di aver risparmiato su tutto il possibile pur di poter comprare un disco a cui tenevo.
I soldi non fanno la passione, non ci piove. Ma averli e decidere di investirli per altro (anche birra, e detto da me dovrebbe avere un senso) anzichè per un CD mi pare da criminali. Quando tra vent'anni avrò un figlio o una figlia non solo gli/le passerò una casa o dei libri o dei film, ma anche un segno concreto della mia passione di quand'ero giovane. Non gli/le passerò le pisciate al pub e nemmeno la benzina sprecata per andare in un posto in cui sarei potuto arrivare altrimenti, ma un segno tangibile di ciò che ho amato e che lui/lei potrà decidere di utilizzare come meglio gli/le pare.
Sempre più la musica assume il valore di un affettato al supermercato, ma non è così. Non solo perchè spendendo tre lire consentite all'artista "X" di campare, ma anche perchè oramai più si cerca di investire in un oggetto fisico meno gli si conferisce lo status di bene di consumo. Paradossale, forse, ma è così. Ficcatevi in testa che una suoneria non è musica e che quest'ultima, a prescindere dalle facilitazioni consentite dalla tecnologia, non può essere trattata come se fosse un rasoio usa&getta. Non ci vuole molto per capirlo, per cui date un bel colpo di reni ed entrate a far parte della gente che sa distinguere una scorreggia da un respiro.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

''entrate a far parte della gente che sa distinguere una scorreggia da un respiro.'' reiser tha profet..

Anonimo ha detto...

onore alle tue parole!fai una cosa mettigli il primo minuto di ogni traccia del cd che han chiesto...cosi' se gli piace se lo comprano....
dopo questa vado ad ascoltarmi kaos (quello vero) "court's in session".....
djmp45

Anonimo ha detto...

concordo con djmp45..cazzo grazie reiser..giuro che appena raggiungo un po di h€rtz compro i 2 cd che hai recensito dei cuccynlinguists..MEGA!

FCK SQUAD

Anonimo ha detto...

*cunnynlinguists sorry!

Anonimo ha detto...

FCK SQUAD ''ORIGINUL GUNZLINGER LIKE TEX WILLER''.... MADOO SANTA WACCA....questo è stato il mio primo pensiero dopo awer fatto un giro di soli 10 minuti su BUST THE FACT...cioè che cazzo di blog è????WTF!..è una di quelle cose che ti fanno dire ma perchè cazzo non sono nato nel '69 a new york..ORA..non sono talmente coglione da lasciarmi a simili pensieri tanto spesso(l'ultima wolta era successo quando tenni per la prima wolta tra le mani STYLE:WRITING FROM THE UNDERGROUND!)...madooo bella REIZA RECTA!

Anonimo ha detto...

ecco, ci vuole piu gente come te. niente da aggiungere.

FanDanGz

Anonimo ha detto...

concordo e mi piange il cuore a pensare quanti cd avresti potuto comprare se ti fossi risparmiato quella cazzo di felpa della FUBU a Berlino!!!

ck

cnsk ha detto...

la parte sul figlio mi ha commosso, davvero. anche se magari poi ti nasce un figlio che ti chiede perchè hai un sacco di dischi invece della casa al mare.

life's a bitch and then you die...